Biblioteca "G. P. Muratori" di Cavalese

La Biblioteca Muratori fu istituita nel 1756 dal sacerdote Gian Pietro Muratori (Cavalese, 1708-1798) che maturò il progetto attraverso la frequentazione, in ambiente roveretano, di Gerolamo Tartarotti e Clementino Vannetti. Essa è pervenuta sostanzialmente integra, come attestano i due inventari del 1804 e 1806, e rappresenta il primo esempio in Trentino di biblioteca pubblica, creata con la finalità di erudire i sacerdoti e gli studenti della Valle di Fiemme. Nella biblioteca sono custoditi 971 esemplari appartenuti al fondatore e la biblioteca decanale di Cavalese (1.124 volumi). Gli esemplari muratoriani, nella quasi totalità dei casi, hanno mantenuto la loro collocazione originaria, prevista dal Muratori stesso. Tutti i volumi della biblioteca sono catalogati. Tra essi si annoverano incunaboli, cinquecentine, edizioni del '600, '700 e '800, carte geografiche, mappe e incisioni. La biblioteca, oltre ai volumi, ospita pregevoli scaffalature originali e un bellissimo tavolo da lettura in legno di mogano, risalente alla fine del XVIII secolo.


Consultazione su appuntamento
Prestito non consentito


apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

Accesso su richiesta