Fondo Albertini

Nel fondo è presente un nucleo di poco più di 2.000 immagini raffiguranti la vita di Trento negli anni antecedenti la guerra.

1996 
Fondo Mario Albertini (1906-1979) 
(n.89.752) 
Mario Albertini dal 1924 frequentò come apprendista lo studio di Giuseppe Brunner, il più noto fotografo ritrattista di Trento. Già dal 1926 avviò una propria attività nel centro storico della città occupandosi anche di meccanica di precisione, realizzando apparecchiature di ripresa e sviluppo, acquisendo alcuni brevetti. Nel dopoguerra sperimentò il colore aprendo, per primo in regione, lo studio allo sviluppo degli invertibili e dei negativi e alla stampa degli stessi. Morì nel 1979 lasciando erede il figlio Mario jr., attivo con lui fino dal 1946. La bottega degli Albertini fu indirizzata soprattutto verso la ritrattistica e la documentazione della cronaca locale. Nel fondo è presente un nucleo di poco più di 2.000 immagini raffiguranti la vita di Trento negli anni antecedenti la guerra, prezioso documento delle trasformazioni radicali volute dal fascismo.