Trentino Cultura

#accaddeoggi: 17 luglio 1807

Nasce a Trento Giuseppe Canestrini

Dopo aver compiuto le scuole secondarie a Trento, studiò statistica ed economia politica all'Università di Vienna, senza conseguirvi la laurea; quindi si trasferì a Parigi fra il 1830 e il 1832, ove visse con lavori saltuari di copista e ricercatore d’archivio finché il Thiers lo incaricò di svolgere ricerche documentarie sulla storia fiorentina.

Canestrini si trasferì dunque a Firenze dove visse da quel momento partecipando alla vita culturale della città, collaborando all’Archivio storico italiano e specializzandosi in ricerche storiche e d'archivio, anche se con poca precisione filologica e commettendo arbitri e scorrettezze nella trascrizione e interpretazione dei testi, che gli procurarono qualche critica. Curò comunque diverse pubblicazioni, tratte per lo più da ricerche negli archivi e nelle biblioteche, di cui le più rilevanti sono gli Scritti inediti di Niccolò Machiavelli riguardanti la storia e la milizia (1499-1512) e i dieci volumi delle Opere inedite di Francesco Guicciardini.

Iniziò anche la redazione di una teoria economica e amministrativa di Firenze, di cui riuscì a pubblicare solamente il primo volume

Nel 1860 fu eletto deputato per il collegio di Montepulciano e, nel 1862, successe ad Atto Vannucci nella direzione della Biblioteca nazionale. Morì a Firenze il 28 novembre 1870.

Giuseppe Canestrini nelle biblioteche del Sistema bibliotecario trentino.

redazione
parte di: Accadde oggi ...

17/07/2019