Trentino Cultura

La biblioteca come antidoto alla solitudine

La biblioteca di Predazzo partecipa alla 5. Settimana dell’accoglienza

La biblioteca è il luogo dove puoi entrare senza che nessuno chieda i tuoi gusti, i tuoi anni, cosa fai, come pensi, da dove vieni e dove vuoi andare.

Anche quest’anno dal 28 settembre al 6 ottobre sarà riproposta su tutto il territorio regionale la Settimana dell’Accoglienza che, in questa sua quinta edizione, ha come titolo Solitudini. Costruire legami e fare comunità.

La Settimana, realizzata con l’impegno di tante realtà, operatori, volontari e cittadini, offrirà in maniera trasversale in moltissime zone del Trentino Alto Adige occasioni per trattare questo tema e combatterlo anche attraverso la ricostruzione delle reti sociali.

La biblioteca di Predazzo intende anche quest’anno accettare la sfida di una proposta, quella di CNCA, che costringe a guardare al territorio, alla sua specificità e alle sue risorse, per realizzare un momento di costruzione di idee, progetti, iniziative e ricerca di risposte.

Un primo appuntamento sarà una riflessione sul tema delle demenze senili attraverso lo spettacolo teatrale Mamma a carico, di e con Gianna Coletti.

La gran parte delle iniziative sarà però orientata a indagare la possibilità per la biblioteca stessa di costituirsi antidoto alla solitudine. Insieme ai lavori per la costruzione del nuovo edificio vogliono infatti partire anche le iniziative volte a intercettare i desideri e i bisogni della comunità per capire come la nuova biblioteca potrebbe diventare un luogo dove ciascuno trova ciò che cerca e una comunità che lo accoglie e lo fa sentire meno solo.

Questa notizia e qualche suggerimento trovano spazio sul n. 2 di Biblionews della Biblioteca di Predazzo

redazione

30/08/2019