Trentino Cultura

Nati per Leggere a Lavis

Testimonianza dell’attività delle Volontarie presso l’ambulatorio pediatrico

Il fresco autunno presso l'ambulatorio pediatrico di Lavis è cominciato in modo caloroso, all'insegna delle storie e degli albi illustrati di Nati per Leggere. Dal mese di ottobre sono infatti ricominciate le letture.

In seguito ai cinque incontri fissati ad inizio anno, come semplice voglia di sperimentare, si è deciso di essere presenti ogni primo martedì del mese per stabilire un appuntamento fisso e dare continuità a questo percorso che si è rivelato assolutamente positivo. Parliamo di un piccolo progetto prezioso che è giunto alla sua seconda edizione dopo una "prima" sperimentale molto apprezzata, e che ha creato tanta attesa ed un'aspettativa a cui non potevamo sottrarci e che portiamo avanti con molta gioia.

Siamo pertanto molto onorate, come volontarie di Nati per Leggere, di poter contribuire alla continuità di questa esperienza presso l' ambulatorio pediatrico di Lavis, insieme ed in collaborazione con la Biblioteca di Lavis che dispone di un'ampia bibliografia NpL.

L'entusiasmo del nostro pediatra di riferimento, il dott. Pellegrini, che fin da subito ha accolto a braccia aperte e con gioia questo progetto ci ha certamente contagiate: come risposta non potevamo che replicare con altrettanto entusiasmo.

Dopo i primi due incontri di questa nuova stagione, possiamo già dire con soddisfazione che sia i bambini che gli adulti sono stati piacevolmente sorpresi di trovarci presso la sala d'attesa e hanno piacere di sfogliare, guardare, leggere e farsi leggere gli albi illustrati che di volta in volta scegliamo con cura nella sezione dedicata dalla biblioteca al progetto Nati per Leggere.

Con l'occasione della lettura cerchiamo anche di avvicinarci e di parlare con gli adulti, spiegando loro l’importanza del progetto di Nati per Leggere e facendo loro capire che il contributo fondamentale in questo percorso è la voce dei famigliari, degli adulti che stanno vicino ai bambini nella quotidianità e le storie che passando attraverso la loro voce arrivano direttamente al cuore dei bambini.

Questo progetto è soltanto all'inizio ma noi ci auguriamo abbia un futuro lungo affinché possa regalare tanta felicità e moltissime storie a piccoli e grandi; speriamo che possa coinvolgere quanti più pediatri possibile perché anche l'anima ed il cuore hanno bisogno di "cure" e di stare in salute: la voce dell'adulto che sussurra storie possono essere una potente medicina.

Le volontarie Roshanthi, Rosalina e Vanina

09/01/2019