Trentino Cultura

Piero Badaloni. I diritti dell'infanzia

Conversano con lui Fabio Biasi, Daniela Longo e Fausta Slanzi

Il quinto appuntamento di Conversazioni con tè è dedicato alla celebrazione del 70. anniversario della dichiarazione dei diritti umani. 

Piero Badaloni, giornalista e scrittore, Fabio Biasi, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Trento, Daniela Longo, difensore civico e Garante dei minori conversano con Fausta Slanzi, giornalista, sui diritti dell’infanzia prendendo spunto da In nome di Dio e della patria. I bambini rubati dal regime franchista scritto da Badaloni nel 2013. Il giornalista nel suo libro aveva raccontato la storia dei “niños robados”, bambini sottratti alla nascita a famiglie appartenenti all’opposizione alla dittatura di Francisco Franco, per dare loro un’educazione più in sintonia con il regime. Il meccanismo era sempre lo stesso: madri anestetizzate in sala parto, alle quali veniva sottratto il neonato per darlo a un’altra coppia, spesso convinta che l’adozione fosse legale. Si ritiene che i “niños robados” siano stati almeno trentamila. Nel giugno scorso la Spagna ha riaperto il caso di Eduardo Vela, ginecologo oggi ultraottantenne, riconosciuto come l’organizzatore di una rete dedita al rapimento dei bambini. Piero Badaloni ne racconta i più recenti sviluppi.

L'incontro avrà luogo presso la Biblioteca della Provincia, giovedì 13 dicembre ad ore 18.30

redazione
parte di: 10 dicembre 1948

06/12/2018