Biblioteca pubblica comunale di Ala

La biblioteca è ospitata nel Palazzo Zanderighi Malfatti, il cui nucleo più antico risale al XVI secolo; si segnala la Sala Borromeo (della quale sarà presto disponibile un tour virtuale), a testimonianza del soggiorno ad Ala, attorno al 1565 di Carlo Borromeo. La sala presenta un soffitto a volta decorata da affreschi di scuola pittorica italiana settentrionale con paesaggi lacustri e figure allegoriche. L’attuale biblioteca pubblica, inaugurata il 2 novembre 1952, ha il suo antecedente in una Società di lettura fondata nel 1873 da privati cittadini, nobili e borghesi facoltosi, per scambiarsi libri e riviste e opinioni su argomenti culturali e d’attualità. Inizialmente, la biblioteca si proponeva soprattutto il compito di favorire lo studio del ricco patrimonio bibliografico e documentario locale, secondo una concezione di biblioteca come bene culturale; con gli anni '80 prevalse un’impostazione ispirata al servizio pubblico aperto a tutti secondo il modello della public library. In virtù della ricchezza delle sue raccolte di conservazione, che contano oltre 21.000 opere (tra cui circa 4.000 partiture e spartiti musicali, 3 incunaboli, 361 cinquecentine), la biblioteca è riconosciuta nell'ambito del Sistema bibliotecario trentino quale Biblioteca di pubblica lettura con patrimonio di particolare rilievo. Essa conserva, inoltre, l’archivio storico del Comune e le collezioni del Museo civico Luigi Dalla Laita. Le raccolte di pubblica lettura presentano particolare ricchezza di proposte nelle sezioni bambini e ragazzi e, per quanto concerne gli adulti, soprattutto negli ambiti della psicologia, religione, sociologia, medicina e benessere, arte e spettacolo e guide turistiche.

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
10:00 - 12:00 10:00 - 12:00 10:00 - 12:00 10:00 - 12:00 10:00 - 12:00
14:00 - 18:00 14:00 - 18:00 14:00 - 18:00 14:00 - 18:00 14:00 - 18:00