Cittadini dimezzati

I profughi trentini in Austria Ungheria e in Italia

Incontri e convegni , Presentazione libro

di Francesco Frizzera, il Mulino, Bologna 2018

Marco Odorizzi presenta il volume e dialoga con l’autore
L’autore indaga le vicende dei 105.000 civili trentini eva-cuati allo scoppio della Prima guerra mondiale: 76.000 sfollati dall’esercito asburgico e inviati nelle regioni inter-ne dell’Impero; 29.000 allontanati dall’esercito italiano e ripartiti in tutta la penisola.

Entrambi gli Stati decisero di allontanare con la forza i civili, inaugurando un modus operandi che diventerà ricorrente nel Novecento euro-peo. La ricerca si concentra sul complesso rapporto tra gli sfollati e le autorità militari: quelle austro-ungariche si dimostrarono diffidenti e incapaci di tutelare i propri citta-dini profughi; quelle italiane, nell’amministrare i “fratelli redenti”, misero l’accento sul controllo, anziché concen-trarsi sull’assistenza.

Costi

ingresso libero

Info:

Società di Studi Trentini di Scienze Storiche
www.studitrentini.eu 0461 314208 

Accademia roveretana degli Agiati

https://agiati.org/ Tel. 0464 436663

parte di: Storie e storia

organizzazione: Società di Studi Trentini di Scienze Storiche