Soprintendenza per i beni culturali

Dirigente

Dott. Franco Marzatico

La Soprintendenza provvede alla trattazione degli affari in materia di tutela, conservazione e valorizzazione dei beni del patrimonio culturale provinciale.

Alla Soprintendenza spettano le seguenti competenze:  

  • svolge le funzioni di tutela del patrimonio culturale provinciale provvedendo all’individuazione, studio, ricerca, conservazione, salvaguardia dei beni di interesse culturale e alla definizione degli indirizzi per la loro catalogazione sistematica; collabora con i soggetti museali e territoriali alla definizione dei piani di recupero e riqualificazione di beni culturali che rappresentano l’identità territoriale e culturale delle comunità locali
  • promuove lo studio, la ricerca, la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale attraverso pubblicazioni, convegni, conferenze, eventi espositivi ed altre iniziative da realizzare direttamente o in collaborazione con il sistema museale trentino, il Servizio Attività Culturali, istituzioni universitarie, scolastiche, associazioni culturali e soggetti privati; sviluppa i progetti della Rete dei castelli e del Patrimonio archeologico diffuso, con la par tecipazione delle istituzioni preposte e delle realtà locali
  • cura la conservazione e la valorizzazione dell'Archivio fotografico storico provinciale, favorendone la pubblica fruizione; la gestione scientifico – culturale delle strutture espositive di Torre Vanga, del SASS, del Museo delle Palafitte di Fiavè, del Museo Retico di Sanzeno e delle aree di interesse archeologico e di eventuali altri beni presenti sul territorio
  • definisce, d’intesa con il Castello del Buonconsiglio, monumenti e collezioni provinciali, i  progetti scientifici di studio e di valorizzazione delle raccolte archeologiche messe a disposizione dalla Provincia
  • svolge attività di progettazione, direzione e cura di lavori di restauro, manutenzione di beni appartenenti al patrimonio culturale provinciale, ivi comprese le collezioni librarie di pregio che sono nella disponibilità della Provincia; gestisce laboratori di restauro e biblioteche specialistiche
  • provvede alle funzioni di tutela, conservazione, studio e valorizzazione attribuite all’Archivio provinciale comprese le funzioni di gestione e conservazione documentale, in relazione sia al documento cartaceo che al documento informatico
  • provvede alla trattazione delle istanze di contributo e di certificazione riguardanti i beni sottoposti a tutela
  • provvede agli adempimenti in materia di commercio di cose antiche e documenti di interesse storico nonché relativi alla circolazione internazionale dei beni culturali in relazione alle competenze provinciali
  • svolge le funzioni in materia di toponomastica e cura la formazione e l’aggiornamento del dizionario toponomastico trentino
  • programma e conduce cantieri di scavo e ricerca di siti archeologici, anche mediante opere di pronto intervento ed effettua la supervisione di scavi archeologici in concessione.