g) Massimari di conservazione e di scarto per le strutture della PAT

La legge provinciale 17 febbraio 2003, n. 1, Nuove norme in materia di beni culturali, disciplina all’articolo 21 la conservazione e lo scarto dei documenti delle strutture provinciali:

1. Il soprintendente competente in materia di beni librari e archivistici approva i massimari di conservazione e scarto proposti dalle strutture.

2. Sulla base dei massimari di conservazione e scarto di cui al comma 1, il soprintendente competente in materia di beni librari e archivistici adotta i provvedimenti di autorizzazione allo scarto dei documenti proposto dalle strutture.

3. Il regolamento di cui all’articolo 35 [Decreto del Presidente della Provincia 17 novembre 2003, n. 41-4/Leg, artt. 21-23] disciplina le procedure per l’applicazione del presente articolo.

Di seguito si fornisce l’elenco aggiornato dei massimari di conservazione e scarto approvati per le strutture provinciali, i quali costituiscono, nel loro insieme, il piano di conservazione degli atti della Provincia Autonoma di Trento.

L’elenco è aggiornato periodicamente sulla base delle modifiche apportate a massimari esistenti e nel caso dell’approvazione di nuovi massimari.

Qualora la struttura amministrativa di riferimento cambi denominazione o venga sostituita da altra struttura di nuova istituzione, il massimario di scarto della struttura soppressa rimane uno strumento valido per la conservazione e lo scarto delle tipologie documentali in esso indicate, nonostante sia cambiata la struttura amministrativa titolare della documentazione.