MontagnaLibri | 69. Trento Film Festival

Incontri e convegni

Dal 9 al 13 giugno non perdere MontagnaLibri, l'appuntamento del TrentoFilmFestival dedicato alla letteratura di montagna, quest'anno allestito in Piazza Duomo 

Il pavillon di MontagnaLibri sarà aperto tutti i giorni dal 9 al 13 giugno dalle 10 alle 21, con un'apertura speciale fino alle 23 venerdì 11 giugno.

Tanti eventi speciali in diversi luoghi della città: al Teatro Sociale lo spettacolo alla scoperta di Dante con il giornalista Aldo Cazzullo e il rocker Piero Pelù, le riflessioni del fondatore di Slow Food Carlo Petrini e l’omaggio per i 100 anni della Sosat.

Gli eventi e gli incontri

Mercoledì 9 giugno questo “secondo tempo” della 69. edizione del Trento Film Festival si apre ufficialmente alle 11.30 a Palazzo Roccabruna con l’inaugurazione della mostra Rock the Mountain! La montagna nell’iconografia della musica pop, un viaggio nella storia della musica attraverso le copertine di celebri album che richiamano alla montagna. Saranno presenti i curatori della mostra Daniela Berta, direttore del Museo Nazionale della Montagna, e Paolo Ferrari, giornalista e critico musicale. Maggiori informazioni sulla mostra nel paragrafo dedicato.

Alle 18.00 un appuntamento profondamente legato alla storia alpinistica della città: la Cerimonia di omaggio per il 50° anniversario della sfortunata ed eroica spedizione alpinistica “Città di Trento – 1971. Cordillera Blanca – Ande Peruviane”. A mezzo secolo di distanza, un omaggio agli indimenticabili alpinisti Bepi Loss e Carlo Marchiodi e al valore dei loro compagni di spedizione, per un evento alpinistico rimasto nel cuore dei trentini. La cerimonia si svolgerà nel pavillion di MontagnaLibri in piazza Duomo.

La sera torna al cinema con Nexo Digital Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord di Dario Acocella, il film in Concorso al Trento Film Festival che segue lo scrittore Premio Strega in un viaggio tra le Alpi e l’Alaska, accompagnato dall’ amico Nicola Magrin, sulle tracce dei suoi maestri letterari. Proiezioni al MultiSala Modena alle 18.00 e alle 21.00.

Giovedì 10 giugno alle 11.00 a Palazzo Roccabruna i partecipanti alla Conferenza dei Giovani sul Clima Trentino e Alto Adige si ritrovano a distanza di un mese dalla Conferenza per presentare le raccomandazioni politiche dirette a diversi attori dei territori. L’evento promosso dal Forum provinciale per i cambiamenti Climatici nell’ambito del progetto All4ClimateItaly2021, in collaborazione con Redo Upcycling.

Alle 18.00 lo spazio Incontri di MontagnaLibri in piazza Duomo ospita Per una società della cura. Diritti, risorse, ambiente. Nell’ambito della rassegna “Eppure il vento soffia ancora. Trent’anni di impegno per una pace sostenibile”, organizzata dal Forum trentino per la pace e i diritti umani nel proprio trentennale, Roberto Barbiero, coordinatore del Tavolo provinciale di coordinamento e di azione sui cambiamenti climatici, Mariarosa Iannelli, presidente del Water Grabbing Observatory e Monica Di Sisto, vicepresidente di Fairwatch e promotrice del Manifesto “Per la società della cura”, si confronteranno sul tema della cura e della difesa di tutta la vita, dall’ambiente alla dignità e ai diritti delle comunità e di ogni persona. A moderare il confronto Paulo Lima, educomunicatore, promotore dell’Agenzia di stampa giovanile.

Alle 21.00 al Teatro Sociale l’attesissima serata evento A riveder le stelle, uno spettacolo di Aldo Cazzullo con la partecipazione straordinaria del rocker Piero Pelù, per la regia di Angelo Generali. Aldo Cazzullo conduce il pubblico alla scoperta di Dante, il poeta che inventò l’Italia: un percorso attraverso la ricostruzione dell’esperienza del poeta nell’Inferno descritto nella Divina commedia. Gli incontri più noti, i personaggi grandiosi e maledetti, le incursioni nella storia e nell’attualità e un incredibile viaggio in Italia da nord a sud. Il fondamento della nostra identità nazionale. In scena ad accompagnarlo un ospite d’eccezione, il fiorentino DOC Piero Pelù alle letture in chiave “rock” della Divina Commedia. I biglietti (intero 15 euro/ ridotto 12 euro) saranno disponibili sul sito PrimiallaPrima.

Alle 21.00 al Multisala Modena la proiezione di Climbing Iran di Francesca Borghetti, (Italia/2020/54′), Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo Rotari: un film – sostenuto dalla Trentino Film Commission – che  racconta la vicenda personale della climber iraniana Nasim Eshqi, ospite al Trento Film Festival nel 2018.

Venerdì 11 giugno a MontagnaLibri presentazione del volume Donne di terre estreme di Caterina Borgato (Montura Editing): un viaggio per testi e immagini per conoscere donne straordinarie in Mongolia, Yemen e Dancalia. Figure che con le loro storie e i loro colori animeranno l’omonima mostra esposta in Piazza Duomo durante il Festival. Maggiori informazioni sulla mostra nel paragrafo dedicato.

Alle 18.00 torna il Premio SAT, che annualmente premi coloro che si sono distinti nel tempo per produzione scientifica, attività alpinistica e sociale. La premiazione si terrà presso la Casa della SAT in Via Giannantonio Manci 57, Trento.

Alle 18.30 al Teatro Sociale protagonista Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e ideatore della rete internazionale di Terra Madre, che dialogando con Alberto Faustini presenterà TerraFutura. Dialoghi con Papa Francesco sull’ecologia integrale (Giunti – Slow Food Editore). Questo volume rappresenta un altro radicale passo verso l’ecologia integrale e si apre con tre dialoghi tra Papa Francesco e Carlo Petrini. Nel clima amichevole e schietto dei tre incontri risalta la comunanza di vedute, la consapevolezza della gravità ma anche la fiducia nell’impegno quotidiano e comunitario perché, come sostiene Papa Francesco, non si dà ecologia senza giustizia, non si cura l’ambiente se le relazioni fra gli esseri umani sono viziate da esasperati squilibri economici e culturali.

La sera alle 21.00 al Modena si potrà assistere ad una nuova proiezione di La casa rossa di Francesco Catarinolo (Italia, Groenlandia / 2020 / 82′), presentato in anteprima al Trento Film Festival e vincitore del Premio del pubblico Miglior Lungometraggio – DAO Conad, del Premio Lizard – Viaggio e avventura e del Premio Solidarietà Cassa Di Trento: sostenuto da IDM Film Fund & Commission dell’Alto Adige, Film Commission Torino Piemonte e Mibact, il film racconta la vita e il lavoro di Robert Peroni, il noto esploratore e scrittore sudtirolese che, dopo diverse spedizioni in Groenlandia, ha scelto di vivere nella remota località di Tasiilaq, dove ha aperto un centro di accoglienza per turisti, divenuto una risorsa e punto di riferimento anche per la comunità locale.

Sabato 12 giugno si comincia al mattino, alle 11.00 a MontagnaLibri, con la presentazione del libro Dalla baita al ciliegio. La montagna nella narrativa di Mario Rigoni Stern di Sara Luchetta. Lorenzo Carpanè dialoga con l’autrice e Giuseppe Mendicino, biografo dello scrittore asiaghese, per entrare nel mondo di Mario Rigoni Stern e della montagna vissuta, raccontata, evocata nelle sue opere. L’incontro è organizzato in collaborazione con ITAS Mutua

Alle 18.00 ancora Emozioni tra le pagine con la presentazione di Un’estate in alpeggio, di Annibale Salsa (Ponte alle Grazie / CAI), che dialogherà con Marco Albino Ferrari – ultimo vincitore del Premio ITAS del Libro di Montagna – sugli antichi riti della transumanza, la bellezza operosa degli alpeggi, il respiro del bosco e della natura, il mondo della montagna attraverso il lavoro e gli animali. L’incontro è in collaborazione con il Cai – Club alpino italiano.

Alle 21.00 al Teatro Sociale un appuntamento di grandissima importanza per il mondo dell’alpinismo e della montagna: Passione montagna. 100 anni Sosat sarà infatti un omaggio al sodalizio la cui storia si è intrecciata con quella della società trentina, nel corso di tutto il Novecento fino ai giorni nostri. Quest’anno la Sosat, Sezione operaia della Società alpinisti tridentini, celebra infatti 100 anni dalla nascita. Un compleanno, ha detto il suo presidente, Luciano Ferrari, che assume un valore soprattutto di prospettiva, che sarà raccontato con le testimonianze dei protagonisti, canti di montagna, musica e letture interpretate, facendo vivere l’energia di un sodalizio patrimonio del Trentino e della montagna. Con la partecipazione, tra gli altri, del Coro Sosat e dell’attore Renzo Fracalossi. Conducono i giornalisti Fausta Slanzi e Andrea Selva.

Domenica 13 giugno, ultimo giorno di questo “secondo tempo” della 69. edizione del Trento Film Festival, spazio a due appuntamenti.

Alle 18.00 il Festival e la città di Trento ricordano Cesare Maestri, a pochi mesi dalla sua scomparsa, con uno spettacolo teatrale all’aperto al Giardino Duca d’Aosta (ingresso via Giacomo Matteotti, 18), nel quartiere dove il grande alpinista ha trascorso la sua giovinezza. Duemila metri della nostra vita è un recital emozionante con gli attori Chiara Turrini e Mario Cagol, accompagnati dalle note della fisarmonica di Michelangelo Felicetti, per ricordare l’indimenticabile “Ragno delle Dolomiti”.

Alle 11.00 ultimo appuntamento letterario di Emozioni tra le pagine con la presentazione del libro L’Africa secondo me di Rosario Sala, che dialogherà con Gabriele Biancardi raccontando il suo viaggio-avventura in moto in solitaria da Città del Capo a Trento, attraversando tutta l’Africa Occidentale, per un totale di 22.000 km. I proventi della vendita del libro saranno destinati ad un progetto di Emergency in Iraq.

Tutti gli eventi (tranne “A riveder le stelle”, con biglietti acquistabili sul sito PrimiallaPrima ) sono gratuiti, hanno posti limitati e sono a prenotazione obbligatoria nella pagina dedicata sul sito www.trentofestival.it.

Le mostre

Come da tradizione, al Trento Film Festival non potevano mancare le mostre.

Mercoledì 9 giugno alle 11.30 a Palazzo Roccabruna sarà inaugurata la mostra Rock The Mountain! La montagna nell’iconografia nella musica pop. A cura del Museo Nazionale della Montagna di Torino e in collaborazione con la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Trento, la mostra è dedicata all’incontro tra immagine montana e industria musicale internazionale. Sarà esposta un’ampia selezione di dischi pubblicati dagli anni Settanta a oggi, per offrire uno sguardo nuovo sulle terre alte e un omaggio alla cover art.

La mostra Donne di Terre Estreme sarà visitabile dal 9 al 13 giugno in piazza Duomo grazie alla collaborazione con Montura. A cura di Caterina Borgato, Donne di terre estreme è un percorso umano di ricerca dedicato alla realtà del mondo femminile che l’autrice ha incontrato in regioni della Terra considerate geograficamente estreme. Donne e luoghi ai margini. Nella depressione desertica della Dancalia etiopica, nell’inaccessibile isola di Socotra (Yemen), sui remoti altipiani della Mongolia occidentale, ai confini con la Siberia.

Dal 9 al 13 giugno sempre in piazza Duomo negli spazi di MontagnaLibri sarà aperta al pubblico anche la mostra Il Grande Viaggio. Lungo le carovaniere della Via della Seta, di David Bellatalla e Stefano Rosati, in collaborazione con Montura. Un affascinante racconto dedicato ad uno dei più straordinari itinerari che hanno contribuito a sviluppare i rapporti e gli scambi tra Occidente ed Oriente nel corso dei secoli.

Dal 9 al 13 giugno la città di Trento tornerà ad essere animata dalle culture di montagna, con l’attesissimo ritorno di MontagnaLibri, che per l’occasione si sposta dalla tradizionale location di piazza Fiera al pavillion allestito in piazza Duomo, e con una serie di eventi speciali che finalmente potranno ospitare il pubblico in presenza.

MontagnaLibri – rassegna internazionale dell’editoria di montagna – sarà aperta tutti i giorni dal 9 al 13 giugno dalle 10.00 alle 21.00, con un’apertura speciale fino alle 23.00 venerdì 11 giugno in occasione della Ganzega dei Ciusi e Gobj in Contrada Larga, anteprima delle Feste Vigiliane 2021.

PROGRAMMA PRESENTAZIONE LIBRI

Venerdì 11 giugno alle 11.30: "Donne di terre estreme" di Caterina Borgato.In collaborazione con Montura Editing.

Sabato 12 giugno alle 11: "Dalla baita al ciliegio. La montagna nella narrativa di Mario Rigoni Stern" di Sara Luchetta. In collaborazione con ITAS Mutua.

Sabato 12 giugno alle 18: "Un'estate in alpeggio", di Annibale Salsa. In collaborazione con il CAI - Club Alpino Italiano.

Domenica 13 giugno alle 11: "L'Africa secondo me" di Rosario Sala

PROGRAMMA COMPLETO

Costi

Tutti gli eventi sono gratuiti ma la prenotazione è obbligatoria sul  sito

https://trentofestival.it/edizione-2021-giugno/

Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord

Mercoledì, 09 Giugno 2021

Cinema Modena · Trento

Cerimonia di omaggio alla spedizione alpinistica "Città di Trento" - 1971

Mercoledì, 09 Giugno 2021

Piazza Duomo · Trento

Donne di Terre Estreme

dal 09/06/2021 al 13/06/2021

Piazza Duomo · Trento

Rock The Mountain. La montagna nell'iconografia della musica POP

dal 10/06/2021 al 21/08/2021

Palazzo Roccabruna · Trento

A riveder le stelle

Giovedì, 10 Giugno 2021

Teatro Sociale · Trento

Aperitivo climatico

Giovedì, 10 Giugno 2021

Palazzo Roccabruna · Trento

Per una società della cura. Diritti, risorse, ambiente

Giovedì, 10 Giugno 2021

Forum per la pace e i diritti umani · Trento

Climbing Iran

Giovedì, 10 Giugno 2021

Cinema Modena · Trento

Premio SAT 2021

Venerdì, 11 Giugno 2021

Casa della SAT · Trento

Terrafutura. Dialoghi con Papa Francesco sull'ecologia integrale

Venerdì, 11 Giugno 2021

Teatro Sociale · Trento

La casa rossa

Venerdì, 11 Giugno 2021

Cinema Modena · Trento

Passione montagna. 100 anni SOSAT

Sabato, 12 Giugno 2021

Teatro Sociale · Trento

Un'estate in alpeggio

Sabato, 12 Giugno 2021

Piazza Duomo · Trento

L' Africa secondo me

Domenica, 13 Giugno 2021

Piazza Duomo · Trento

Duemila metri della nostra vita

Domenica, 13 Giugno 2021

Giardino Duca d'Aosta · Trento