Museo Diocesano Tridentino

Il Museo diocesano tridentino è uno dei primi musei diocesani d’Italia: la sua nascita risale al 1903 e dal 1963 è ospitato nella prima residenza vescovile eretta accanto alla cattedrale di San Vigilio, nel cuore di Trento. Nelle sue sale espone un imperdibile patrimonio di arte e cultura che spazia dall’XI al XIX secolo

Piazza Duomo con il museo [ Museo diocesano tridentino]

Il Museo diocesano tridentino è uno dei primi musei diocesani d’Italia: la sua nascita risale al 1903 e dal 1963 è ospitato nella prima residenza vescovile eretta accanto alla cattedrale di San Vigilio, nel cuore di Trento. Nelle sue sale espone un imperdibile patrimonio di arte e cultura che spazia dall’XI al XIX secolo: dipinti, sculture lignee, altari a portelle, ricchi paramenti, codici miniati, testimonianze iconografiche del Concilio di Trento, preziose oreficerie, antichi ricami e sontuosi arazzi fiamminghi sono esposti secondo i più aggiornati criteri museologici e accompagnati da approfondimenti sulle opere e postazioni multimediali.

Il percorso in museo è arricchito da un suggestivo passaggio che permette al visitatore di osservare dall’alto la vicina cattedrale di San Vigilio e dalla possibilità di visitare lo spazio archeologico di Porta Veronensis (metà I secolo d. C.), che costituiva l’ingresso monumentale alla città romana di Tridentum. Al museo compete anche la custodia della vicina basilica paleocristiana di San Vigilio e dei reperti archeologici rinvenuti nel corso degli scavi effettuati tra il 1964 e il 1977 nel sottosuolo della Cattedrale. Dal 2000 dispone di una sede succursale, ubicata a Villa Lagarina, dove è esposto il ricco ‘tesoro’ della nobile famiglia Lodron, che per secoli ebbe il patronato sulla pieve di santa Maria Assunta.

Il Museo, inoltre, costituisce un polo culturale di primo piano per la città di Trento: ogni anno propone ai suoi visitatori nuove interessanti mostre, visite guidate, incontri, corsi, conferenze, serate musicali e itinerari sul territorio. Di particolare rilievo l’attività didattica dedicata alle scuole di ogni ordine e grado.

Ogni seconda e quarta domenica del mese il museo organizza alle ore 11.00 una visita guidata all’adiacente Torre di piazza. L’edificio, di proprietà comunale, è monumento che da secoli rappresenta un simbolo inconfondibile della città di Trento.

Servizi educativi:

Scoprilmuseo 2016-2017

visitabile: sì | adatto a: famiglie - scuole | accessibile a persone con disabilità

apertura

orari e prezzi al link 

Note sull'accessibilità del sito

Visita per la persona con disabilità e il suo accompagnatore gratuita
(è necessario mostrare all’ingresso una documentazione che testimonia la propria patologia, soprattutto se si tratta di una disabilità sensoriale o cognitiva)

Il parcheggio indicato si trova in via Garibaldi. Altri 4 stalli riservati in via Belenzani a 50 mt circa. Alla porta d’entrata indicata è presente una soglia di 5 cm. Bancone alto 90 cm. All’interno del museo rampe di varia lunghezza da un minimo di 84 cm ad un massimo di 149 cm con pendenza dal 7% al 15%. Accesso alle sale espositive dei piani superiori con il servoscala (portata 190 kg) e l'ascensore indicati. Possibilità di visita virtuale della “Torre Civica” con postazione video situata al secondo piano. Il Museo è visitabile ad eccezione di alcune sale precedute da uno o più gradini. I servizi igienici attrezzati si trovano al piano terra e sono preceduti da una rampa lunga 88 cm con pendenza del 15%, all’interno maniglioni di sostegno su entrambi i lati del wc.

Rilevazioni eseguite dal personale della Cooperativa HandiCREA


a cura di Museo diocesano tridentino