Museo della guerra di Vermiglio

Il museo presenta la collezione di reperti e cimeli di Emilio Serra, che per circa quarant'anni ha svolto una costante attività di ricerca sulle montagne della Valle di Sole, teatro di aspri combattimenti dal giugno 1915 all'ottobre 1918.

Sale espositive [ foto Tiziano Mochen]

Il museo presenta la collezione di reperti e cimeli di Emilio Serra, che per circa quarant'anni ha svolto una costante attività di ricerca sulle montagne della Valle di Sole, teatro di aspri combattimenti dal giugno 1915 all'ottobre 1918.

L'esposizione si apre con una grande carta geografica dell'Impero, predisposta nel 1909 dal Ministero della pubblica istruzione di Vienna, scritta in lingua italiana e utilizzata nelle scuole del Trentino che, fino al 1918 faceva parte del Tirolo austriaco. Attraverso testi esplicativi e fotografie vengono illustrati il processo di costruzione dei forti della Valle di Sole, le principali vicende belliche relative al fronte del Tonale, l'epopea dei profughi della comunità di Vermiglio e il loro rientro nel paese devastato alla fine della guerra. Nelle vetrine sono esposte armi (fucili, baionette, pugnali, mazze ferrate, bombe a mano, una mitragliatrice Schwarzlose), oggetti di uso quotidiano (vanghette, piccozze, lanterne, pipe), uniformi e utensili della dotazione personale dei soldati (elmetti, maschere antigas), cimeli e decorazioni.

Sci, ramponi da ghiaccio, racchette da neve e sovra scarpe in paglia per le vedette testimoniano la durezza della vita quotidiana alle alte quote. Tra i reperti più significativi spiccano alcune protesi per mutilati.Sulla piattaforma posta al centro della sala sono disposti numerosi proiettili di artiglieria di vario calibro, italiani, austro-ungarici e tedeschi.

Questo museo fanno parte della Rete Trentino Grande Guerra   che promuove la collaborazione tra quanti coltivano la passione per la storia e la memoria di quelle vicende.


Il museo dispone di una saletta per proiezioni, che può anche ospitare attività didattiche.All' interno del museo sono presenti diversi libri e pubblicazioni acquistabili riguardanti la Prima guerra Mondiale, guide e materiale informativo sugli itinerari di visita alle altre fortificazioni del settore.Su richiesta il museo organizza visite guidate a Forte Strino e agli altri forti della zona (Forte Zaccarana, Forte Mero, Forte Pozzi Alti o Presanella)


visitabile: sì | adatto a: famiglie - scuole

apertura