Centrale di Fies

Centrale idroelettrica, importante testimonianza di archeologia industriale, è dal 2002 un centro di creazione e produzione delle arti contemporanee.

[ Centrale Fies]

La centrale idroelettrica di Fies, importante testimonianza di archeologia industriale, è dal 2002 un centro di creazione e produzione delle arti contemporanee come performing art, exhibit, site specific, video ed ogni forma di spettacolo dal vivo, di eventi come festival, esposizioni, manifestazioni.
Tre i progetti portati avanti contemporaneamente, grazie anche alla collaborazione con Enel. Oltre alle residenze di giovani artisti e alla creazione di un sistema che possa curare tutte le fasi di un lavoro, dalla progettazione alla visione, la produzione e coproduzione di nuovi progetti artistici e spettacolari nazionali e internazionali in partnership con importanti soggetti europei. E poi eventi, performance, concerti, exhibit, meeting site specific. 
Il Festival Drodesera Fies, che da anni anima la struttura, oggi si concentra su progetti capaci di sviluppare realtà nuove nel panorama nazionale, individuando giovani compagnie e diverse modalità di potenziamento del libero circuito delle nuove arti.

adatto a: adulti | accessibile a persone con disabilità

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

Apertura secondo gli spettacoli

Note sull'accessibilità del sito

 

Possibilità di accesso alla Centrale in automobile con contrassegno invalidi e previo avviso. Cortile di accesso alla Struttura con fondo in ghiaia, a tratti molto spesso. Le dimensioni della porta indicata (aperta per gli spettacoli) sono quelle delle porte di accesso alle Sale Turbina 1 e 2, entrambe al piano terra e accessibili. Platee gradinate, posti riservati alle persone con disabilità in prima fila. Accesso ai palchi con scivolo lungo cm 115, largo cm 73, con pendenza dell’9%. Forgia (porta larga cm 150), Galleria dei Trasformatori (passaggio largo cm 248) e Spazio Foyer (porta larga cm 130+130), anch’essi al piano terra, accessibili. Cortile della Forgia in spesso fondo di ghiaia. I gradini indicati sono per l’accesso alle Sale dei piani superiori (Sala Mezzelune, Sala Comando e Ponte di Controllo: le prime due sono al secondo piano, il terzo al primo piano; l’accesso alla Sala Comando presenta ulteriori 3 gradini). All’interno dell’ampio cortile piccola piattaforma pavimentata in legno (dislivello con altezza variabile da 7 a 13 cm); parco accessibile con fondo in erba e zona Bar accessibile pavimentata in legno. Presenza di 2 servizi igienici di identiche dimensioni, entrambi preceduti da rampa lunga 201 cm con pendenza del 17% e situati nei pressi delle Sale Turbina e della zona Bar. All’interno dei bagni indicati il maniglione di sostegno si trova sul lato dell’accostamento al wc (con incavo) e il lavabo è alto 78 cm. 

Rilevazioni eseguite dal personale della Cooperativa HandiCREA