Laboratorio di fotografia, microfilmatura e digitalizzazione

Il laboratorio è attivo dal 2002. Oltre alle attività di microfilmatura per la conservazione di copie di sicurezza, segue progetti di digitalizzazione, sia di materiale originale che di microfilm; si occupa dei servizi di fotoriproduzione digitale per l’utenza dell’archivio provinciale e per la Soprintendenza per i beni culturali; svolge attività di sperimentazione e di consulenza presso altre istituzioni

Attività

Digitalizzazione

Il laboratorio si occupa sia di progetti interni all’Amministrazione, finalizzati in primo luogo alla tutela degli originali tramite la messa a disposizione delle immagini digitali per la consultazione da parte del pubblico, sia di progetti promossi da altre istituzioni che non dispongono della tecnologia e della professionalità necessarie per intraprendere direttamente le attività di digitalizzazione. Le tipologie di originali oggetto di digitalizzazione sono diverse, e comprendono pergamene, carte geografiche, volumi antichi e codici medievali, carteggio, materiale fotografico. Le immagini prodotte sono ottimizzate in funzione dello scopo della digitalizzazione. In tutti i casi vengono prodotti elenchi dettagliati di corrispondenza tra originali e relative copie digitali.

Microfilmatura e digitalizzazione dei microfilm

Il principale ambito di intervento è costituito da documentazione di archivi comunali e parrocchiali ordinati e inventariati e le operazioni sono effettuate seguendo una ben precisa sequenza logica ed operativa. I microfilm prodotti sono duplicati in copia negativa di sicurezza ed in copia positiva di consultazione. Il laboratorio è inoltre in grado di svolgere attività di microfilmatura presso altre strutture, utilizzando dei planetari portatili.

Fotoriproduzione digitale

Il servizio prevede l’acquisizione delle immagini nel formato e alla risoluzione desiderate dall’utente (sebbene normalmente si adottino formati e risoluzioni standard), tramite scanner o fotocamera digitale. Il servizio per l’utenza è soggetto a pagamento di una tariffa.

L’attività di fotoriproduzione digitale è svolta anche per conto di altre istituzioni o enti, ad esempio per cataloghi, pannelli o pubblicazioni.

Consulenza

Il laboratorio svolge attività di consulenza su progetti di digitalizzazione intrapresi da altre istituzioni. La consulenza può interessare la progettazione e l’intero flusso di lavoro, o solo alcune parti di esso.

Sperimentazione e condivisione

Obiettivo del laboratorio è quello di ampliare e aggiornare costantemente le proprie competenze, e di contribuire, con la propria attività, al progresso e al miglioramento delle metodologie di lavoro nel campo della digitalizzazione dei beni culturali. Da qui l’impegno in ambito scientifico attraverso la partecipazione a convegni e workshop per aggiornare e condividere le proprie esperienze e competenze. Conservazione a lungo termine e accessibilità: le immagini create sono archiviate in un repository appositamente progettato, e successivamente collegate alle schede descrittive della base di dati AST-Archivi Storici del Trentino.

Servizi

Richieste di fotoriproduzione

Rivolgersi al personale della sala studio dell’Archivio provinciale di Trento. Il servizio è sottoposto a tariffa: Tariffario per il rilascio di copie di documenti.pdf 16,12 kB

Richieste di collaborazione e progetti di digitalizzazione

É necessario accordarsi preventivamente con il direttore dell’archivio provinciale, dott. Armando Tomasi (armando.tomasi@provincia.tn.it) o con i funzionari di riferimento.

Consegna delle immagini

Può avvenire tramite CD/DVD, chiavetta USB o Drop Box. Le stampe vanno ritirate in Archivio provinciale.

Ulteriori informazioni

É possibile inviare una mail o telefonare direttamente in laboratorio.

Progetti

Pergamene on line

Si tratta di un ambizioso progetto iniziato nel 2003 e che prevede l’acquisizione ottica, la conservazione a lungo termine e la messa on line delle­ immagini digitali dell’intero patrimonio pergamenaceo trentino. Attualmente il progetto è in dirittura d’arrivo, ed è possibile consultare on line le schede complete di immagini di circa 20.000 unità.

Codici musicali trentini

Si tratta dell'attività di schedatura, digitalizzazione e predisposizione per la fruizione on line dei Codici musicali trentini del Quattrocento (sei di proprietà della Provincia autonoma di Trento ed uno della Biblioteca capitolare di Trento). Il risultato finale dell'operazione è la possibilità di consultare on line oltre 1.800 schede catalografiche e oltre 6.000 immagini digitali dei codici musicali, nonché saggi di melodie e testi di corredo e di contesto.

Mappe catastali

Si sta procedendo alla digitalizzazione integrale delle mappe catastali (“Napoleoniche”, “Teresiane” e “Mappe di campagna”) conservate all’Archivio provinciale di Trento. Nel complesso si prevede la realizzazione di circa 5.000 immagini. Attualmente tutte le immagini relative alle mappe “napoleoniche” (circa 500 fogli) sono consultabili presso la sala di studio.

Staff e contatti

Digitalizzazione, fotoriproduzione, consulenza

dott. Walter Biondani (walter.biondani@provincia.tn.it – 0461 492180)

Digitalizzazione microfilm, microfilmatura

Erica Pancin (erica.pancin@provincia.tn.it – 0461 494490)

Digitalizzazione, archiviazione delle risorse digitali, controllo qualità

dott.ssa Eleonora Piras (eleonora.piras@provincia.tn.it – 0461 494492)

visitabile: no | adatto a: adulti - studiosi | accessibile a persone con disabilità

apertura

Da lunedì a giovedì:  8.30 - 16.30

Venerdì:  8.30 - 13.00


a cura di Ufficio beni archivistici, librari e Archivio provinciale