Tridentum. La città sotterranea

Nel sottosuolo del centro storico di Trento vive l’antica Tridentum

Tridentum, S.A.S.S. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas [ Archivio Ufficio beni archeologici PAT]

La ricostruzione virtuale di Tridentum

 

Nel sottosuolo del centro storico di Trento vive l’antica Tridentum romana, lo splendidum municipium, come la definì l’imperatore Claudio nel 46 d.C. Fondata dai Romani verso la metà del I sec. a.C. per ragioni strategiche, Tridentum costituiva un importante presidio a controllo della valle del fiume Adige, uno dei principali assi viari di collegamento tra l’Europa centrale e il Mediterraneo. Nel suo impianto originario, di circa 13 ettari,  essa presentava uno schema urbano regolare, scandito da larghe strade che si incrociavano ortogonalmente e delimitato da una cinta muraria con torri e fossato, protetto sul lato settentrionale dal corso originario del fiume Adige. Attraverso i lunghi secoli della sua vita (I sec. a.C. – VI sec. d.C.) Tridentum subì interventi e modifiche fino ad essere infine inglobata nella Trento medievale e moderna.

Tra i siti archeologici di Tridentum sono attualmente visitabili il S.A.S.S. - Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas situato nel sottosuolo dello storico Teatro Sociale con accesso da piazza Cesare Battisti, la Villa romana di Orfeo in via Rosmini e la Basilica paleocristiana sotto il Duomo. Sono al momento chiusi al pubblico Porta Veronensis, situata sotto la Torre Civica in Piazza Duomo e l’area archeologica di Palazzo Lodron nell’omonima piazza. 

   

Vedi il video con la ricostruzione virtuale dello Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas: Dentro Trento

   

TRIDENTVM VR - REALTÀ VIRTUALE A CAPPELLA VANTINI

La visita ai siti della Trento romana è ora arricchita e completata dal progetto Tridentum VR – realtà virtuale a Cappella Vantini, allestito fino al 31 gennaio 2024 presso Cappella Vantini, a Trento in via delle Orne 1, e realizzato dall’Ufficio Cultura, turismo ed eventi del Comune di Trento in collaborazione con l'Ufficio beni archeologici provinciale.

Un’esperienza coinvolgente e immersiva che consente, indossando un apposito visore, di esplorare la città fondata dai Romani duemila anni fa, grazie a una minuziosa ricostruzione virtuale. In pochi secondi il visitatore può compiere un vero e proprio viaggio nel tempo, ritrovandosi in quattro siti di particolare importanza della città: lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, Porta Veronensis, l’area archeologica di Palazzo Lodron e l’anfiteatro. L’antica Tridentum come non l’avete mai vista!

Informazioni e orariTridentum VR

 

   

Vedi i percorsi e i laboratori didattici per le scuole A scuola con l'archeologia

   

DOMENICA AL MUSEO 4 FEBBRAIO E 3 MARZO 2024

Domenica 4 febbraio e 3 marzo torna l’iniziativa “Domenica al museo” che prevede, da ottobre a marzo, l’ingresso gratuito ai musei provinciali ogni prima domenica del mese. All’appuntamento partecipano anche il S.A.S.S. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas e la Villa romana di Orfeo a Trento che saranno visitabili con orario 9-13 e 14-17.30.

Nelle due giornate, alle ore 10 e alle ore 15, è in programma "Un viaggio nel tempo alla scoperta della Tridentum romana" un percorso alla scoperta della città romana di duemila anni fa dal S.A.S.S. alla Villa di Orfeo. Ritrovo presso lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas in Piazza Battisti. Ingresso e partecipazione gratuita previa prenotazione al numero di tel. 0461 230171 entro le ore 17.30 del giorno precedente per le attività proposte al mattino e entro le ore 13 del giorno dell'iniziativa per le attività del pomeriggio. Minimo 5, massimo 25 persone.

A Tridentum, oltre ai siti musealizzati e resi visitabili, gli archeologi hanno messo in luce molte altre testimonianze di epoca romana.

   

Vedi gli altri siti archeologici e scopri i ritrovamenti

Una villa romana a Tridentum

Il mosaico di Orfeo

Oltre le mura di Tridentum

Le attività produttive della città romana

L’anfiteatro romano

Un edificio molto amato dai Romani

Il sito di Palazzo Roccabruna

Dal sottosuolo emergono le tracce di una necropoli di età romana e altomedievale

La domus di Casa Crivelli

Terme e strane scritte

Le terme di Tridentum

I ritrovamenti nell’area di Santa Maria Maggiore

La necropoli “Ai Paradisi”

La tomba della bambolina

La chiesa paleocristiana sul Dos Trento

La religione in età altomedievale a Tridentum


a cura di Ufficio beni archeologici