ipensieriinviaggio

dal 10 settembre al 1 ottobre nelle vetrine di fronte

alla Biblioteca della Provincia

ipensieriinviaggio arrivano a Trento

I bambini sono sempre stati attratti dalle macchinine, in ogni epoca storica e in ogni area geografica.

Macchinine di tutti i tipi, di svariati colori e materiali, capaci di dare vita a fantasie di viaggi, esplorazioni e avventure, che l’immaginario umano sente reali e possibili. Anche l’artista ferrarese Alberto Gambale ne è stato affascinato, prima costruendole per se stesso e poi per i suoi amici. Nasce così l’idea di “ipensieriinviaggio”: dalle mani di Alberto sono create piccole autovetture in legno e cemento, materiali a lui molto cari, che vengono donate ad altri artisti, sollecitati a loro volta a “rivestirle” con i loro “pensieri in viaggio”. Infatti, è il viaggio e i fili delle diverse ragioni che ne determinano l’andamento che diventano l’interesse primario degli autori e delle loro espressioni scultoree.

L’interrogarsi sui propri e altrui spostamenti ha dato vita a un progetto artistico partecipato e alla realizzazione di circa 50 sculture di piccole dimensioni, tutte diverse, tutte uniche, tutte espressioni di diverse interpretazioni dello stesso tema: il viaggio.

Passaggio in Biblioteca si riempie di macchine e invita tutti i passanti a pensare che quando si viaggia non ci si sposta solo fisicamente ma si determina, inevitabilmente, un lieve movimento dell’anima.

Quim i Txell e Alberto Brusa

redazione

Marco Del Comune e Mirco Vacchi

Andrea Serio e Pier Gagliardi

redazione

Paola Paganelli e Seghesio Grivon

redazione

Francesca Lupo e Enzo Massa Micon

redazione

Miriam Di Fiore e Simonetta Pedicillo

redazione

Lucia Bruni e Maria Scarognina

redazione

Alice et le Sapin e Angelica Freddi

redazione

33 macchinine sono parcheggiate in Biblioteca

redazione